Il bosco di Roberta Segata, Krak e Alessandro Gilmozzi

L'odore delle ossa - Krak collettivo onomatopeico

Non so se vi sia mai capitato, ma a me succede sempre più di frequente di scoprire che persone e passioni apparentemente scollegate tra loro siano unite da un legame che sembra essere indissolubile.

Raccontare quindi come mi sia successo di ‘mangiare il bosco‘ necessita di alcune premesse.

Che mi piaccia mixare varie situazioni lo avrete già capito, che questo sia dovuto alla mia passione per la cucina può essere un motivo. Mi ritrovo continuamente a creare ricette i cui ingredienti sono persone.
Che ingredienti inusuali vero? Persone con le loro particolarità, che apparentemente vedono la vita da punti di vista molto diversi, ma che per qualche misteriosa ragione, quando si incontrano, riescono ad esaltare maggiormente le loro qualità.

Chi sono gli ingredienti di questa ricetta?

Due donne affascinanti che oscillano continuamente tra la fragilità e la forza, l’essere puerili e mature, corporee e immaginarie. Tutto questo trova la sua forma nella danza, elemento che ricorre anche nella fotografia, nei video e nella pittura.

Roberta Segata e Oliva Fannj, Fannj Oliva e Roberta Segata. Compongono insieme a Andrea Pregl ‘KRAK collettivo onomatopeico‘.

‘L’odore delle ossa’ è l’ultima loro fatica. Fatica di parlare intimamente di se, di confrontarsi con la natura, di superare i propri limiti per trovare la giusta proporzione di ciò che si è.
Un video di 17 minuti nella Val Di Fiemme, un omaggio dell’amore di Roberta per i suoi boschi.
In parallelo un lavoro fotografico, gentilmente concesso dalla galleria di Milano RBcontemporary, per immortalare dei passaggi fondamentali ad un viaggio introspettivo.

Con un ingrediente così si potrebbe già essere soddisfatti invece….

C’è ‘Trentino da Vivere‘, un portale che promuove, attraverso gli scatti spontanei della gente comune, il nostro territorio Trentino. Un modo più attuale per arrivare alle persone ed allo stesso tempo per farle uscire di casa e ricongiungersi alla natura che ci circonda. Una vetrina ideale per ‘L’odore delle ossa’.

Però manca ancora qualcosa. Manca l’esperienza diretta con il bosco, i suoi profumi, i suoi sapori.

Ah! Eccolo, l’ingrediente segreto! Alessandro Gilmozzi, chef stellato del ristorante ‘El Molin’ di Cavalese, che non ha certo bisogno di presentazioni. Persona dalla stucchevole umanità e semplicità, con una caratteristica unica in Italia: fa ‘mangiare il bosco’!

A dare il tocco finale a questa serata la presenza di Eugenio Rosi, vignaiolo senza compromessi.

Adesso è tutto perfetto.  Mancate solo voi ad assaggiare questa ricetta.

Le immagini danzeranno per guidarvi dentro ad un bosco che vi ritroverete in bocca.

Supporto tecnico a cura di Moschini ADVCOM.

posti limitati
solo su prenotazione
€100 a persona
per info e prenotazioni igenerimisti@gmail.com

l'odore delle ossa roberta segata

photo courtesy of Roberta Segata

1 Comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: