dalla cera… gioielli!

Gabi Veit rappresenta la conferma che il caso non esiste.
E’ entrata a Generi Misti in un giorno qualsiasi. Ci è bastato un minuto per capire che parlavamo lo stesso linguaggio, e c’è voluto poco per trovare il tempo ad una collaborazione speciale.

Le creazioni di Gabi occupano uno spazio speciale a Generi Misti.

Mi sono trovata a riflettere sull’impatto emotivo che mi procurano i suoi gioielli e la serie incantevole di cucchiai. Hanno un’estetica arcaica ma un pensiero d’avanguardia. Sono oggetti che raccontano il bisogno primitivo dell’uomo di creare per se. Oggetti che migliorano la vita, che la rendono più facile e che con la loro vibrazione estetica sono in grado di dare felicità.

Questo è il gioiello. Qualcosa che potrebbe sembrare futile, qualcosa a cui si potrebbe tranquillamente rinunciare, se non fosse che questo piccolo oggetto, indossandolo, parla di noi, racconta agli altri quello che siamo. Noi lo scegliamo di istinto ma lui, il gioiello, è complesso. Racchiude le nostre sfaccettature più nascoste e Gabi, con le sue mani crea dei racconti che parlano di lei, della natura che ama e delle qualità che lei attentamente osserva nelle persone.

Potrei cercare per ore di descrivervi il suo lavoro, ma l’emozione non si può raccontare. Va vissuta.

Per questo è nata l’idea di proporre un workshop dove Gabi potesse trasmettere la sua tecnica (a cera persa) e dare qualche spunto su come veicolare la propria creatività.

E qui, per la prima volta, ho deciso di partecipare a un laboratorio organizzato a Generi Misti. Mi sono trovata sia da una parte che dall’altra del tavolo e vivere quest’esperienza in prima persona è stato SUPER!

Seduta al banco con davanti a me una quantità indecifrabile di arnesi e non so neanche quanti diversi tipi di cera, in una sorta di trance, ho iniziato a lavorare con le mani. In un primo momento, in modo totalmente inconscio poi, grazie alle suggestioni, in modo più ragionato. Per me è stato interessante l’aver capito che un processo creativo richiede un approccio libero ed istintivo per darne la sostanza, e una riflessione per curarne la forma. Direte voi.. che scoperta! Per me lo è stata, come lo è stata condividere quest’esperienza in un gruppo di personalità tutte diverse. Sono usciti dei bellissimi racconti che ora, dalla cera, attendono di diventare GIOIELLI.

Grazie Gabi e grazie a tutte le partecipanti per il vostro entusiasmo e per essere venute anche da lontano!

Ora non ci resta che attendere!
Se anche voi siete curiosi, seguiteci e vi faremo vedere il risultato finale.

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

image

Super gel 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: